Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Premi di studio della Banca del Piceno a 59 giovani

Castignano | Cerimonia domenica 23 ottobre a Castignano, ospite Enrico Bracalente di NeroGiardini

di Redazione

Giovani eccellenze, lavoro, territorio. Valori ed esperienze si mescolano alla perfezione nella cerimonia che si svolgerà domenica 23 ottobre, alle 10 a Castignano, nella sala "San Venanzo" per la consegna dei Premi di Studio assegnati annualmente dalla Banca del Piceno ai soci e ai loro figli distintisi in ambito scolastico. Tutti diplomati col massimo dei voti.

Ospite d'onore l'imprenditore Enrico Bracalente, fondatore e amministratore unico della B.A.G. Spa, società proprietaria del marchio NeroGiardini. E chi se non Bracalente? Ha sempre creduto nei giovani, nel made in Italy, nel territorio.

Ben 59 i giovani interessati dal riconoscimento. Eccellenze del territorio, ragazzi che hanno ottenuto il massimo dei voti nei rispettivi percorsi di studio: 17 diplomati; 10 con laurea triennale; 21 con laurea magistrale; 11 con laurea a ciclo unico. Cerimonia moderata dal giornalista Fabio Paci, ad aprire i lavori saranno i vertici della Banca del Piceno: il presidente Mariano Cesari e il vice presidente Claudio Censori, tra l'altro timoniere del Comitato esecutivo. Seguirà il saluto del direttore Franco Leone Salicona.

A questo punto sarà la volta dell'ospite Enrico Bracalente: incentrerà la testimonianza sui valori dell'azienda, sul percorso di formazione attivato per le nuove generazioni e si rivolgerà ai ragazzi parlando di passione, sogni, lungimiranza.

Faranno seguito quattro brevi interviste a ragazzi insigniti del Premio di Studio negli anni passati: Dalila Ammazzalorso, Christian De Angelis, Francesco Maloni e Sonia Olivieri racconteranno il loro percorso professionale. E poi la consegna degli attestati: uno ad uno i 59 premiati saranno chiamati al ritiro dell'attestato. Emozione ed applausi per una mattinata da ricordare.

"I giovani premiati - esordisce il presidente Mariano Cesari - saranno i protagonisti non solo della cerimonia, ma anche e soprattutto della società che sta evolvendo e si sta modificando correndo veloce. Sta a noi ascoltarli nei modi corretti per intercettare i bisogni e favorire le loro aspettative. Siamo al fianco dei giovani e non a caso proporremo ai premiati di diventare soci della nostra Bcc acquistando quote a un prezzo simbolico. Un particolare ringraziamento all'ospite Enrico Bracalente, patron di NeroGiardini: la sua testimonianza renderà la mattinata davvero speciale".

"Studenti e studentesse modello, sarà una grande emozione premiarli - aggiunge il vice presidente Claudio Censori -. Sono delle eccellenze, ma per me valgono molto di più: rappresentano il riscatto di un territorio che ha desiderio e bisogno di ripartenza, fiducia, idee innovative. La cerimonia di premiazione rappresenta una carezza e un in bocca al lupo per il prosieguo della vita e delle professioni".

LE TESTIMONIANZE

Premio di Studio, tra presente e passato. Recente passato. Come nel caso di Dalila Ammazzalorso, Christian De Angelis, Francesco Maloni, Sonia Olivieri. Loro il Premio di Studio della Banca del Piceno l'hanno già ricevuto e nel corso della cerimonia saranno i testimonial e si racconteranno ai premiati. Dalila è podologa con studio a San Benedetto del Tronto; Christian si sta laureando in Medicina ad Ancona; Francesco è impiegato come esperto in economia aziendale a Grottammare; Sonia è avvocato con studio legale a San Benedetto del Tronto.

"Venni premiata nel 2012, ricordo quel giorno e l'emozione - racconta Dalila Ammazzalorso -. Ero fresca di laurea in Podologia all'Università di Perugia e già immersa nel lavoro. A distanza di due lustri, rinnovo i ringraziamenti al Cda perché per me, figlia di un dipendente della Bcc, l'emozione fu doppia. Ho 35 anni, mio padre da 40 anni lavora alla Bcc: capite che sono nata con un'impronta speciale della grande famiglia della Banca".

Christian De Angelis, 22 anni di Grottammare, è stato protagonista 4 anni fa: "Era il 2018 e avevo ottenuto il diploma col massimo dei voti all'Iti Montani di Fermo. Ricevere il Premio di Studio rappresenta ancora oggi un motivo di vanto. In famiglia siamo tutti soci della Bcc, ricordo tutto di quella cerimonia. Tengo molto al territorio: nonostante tre test d'ingresso superati a Veterinaria, al Campus biomedico e alla Bicocca, ho deciso di restare nelle Marche. Sono al quinto anno in Medicina ad Ancona, orgoglioso della mia scelta".

Laurea triennale alla Politecnica delle Marche per Francesco Maloni, 27 anni, esperto di bilanci: "L'orgoglio di essere stato insignito, era il 2018, del Premio di Studio? Quando entri in relazione con un'istituzione importante come la Banca del Piceno puoi solo imparare. Ai ragazzi vorrei dare due messaggi legati al mondo del lavoro: formazione continua e nuovi stimoli per correre al passo con i tempi".

"Il Premio di Studio? Ricordo la mia emozione e la gioia dei miei genitori - sottolinea l'avvocato Sonia Olivieri, 31 anni di Acquaviva Picena, premiata 6 anni fa -. Sono attestati che danno coraggio a giovani diplomati e laureati che si apprestano ad affrontare le prime sfide della propria vita".

I PREMIATI

Saranno 59 i giovani premiati a Castignano dalla Banca del Piceno.

Diplomati: Alessandra Bianconi, Arnas Candellori, Daniele Ciarrocchi, Giulia D'Angelo, Stefano D'Angelo, Giada De Angelis, Lavinia De Angelis, Chiara Girolami, Marianna Massicci, Alessandro Pelliccioni, Angelica Pica, Leonardo Piergallini, Alessandro Postacchini, Elisa Proietti, Federico Ripani, Elisa Tomassini, Benedetta Zidaric.

Laurea triennale: Beatrice Angelini, Benedetta Bellagamba, Valentina Cameli, Elisa Capoferri, Noemi Catalini, Jacopo Comini, Matteo Di Buò, Micaela Morganti, Diana Perini, Filippo Petrone.

Laurea magistrale: Melissa Angeli, Andrea Cacaci, Fabio Carassai, Federico Clementi, Antonio D'Angeli, Federica De Angelis, Mariachiara Fioravanti, Violetta Florà, Fabio Gaetani, Chiara Gasparrini, Claudia Granatelli, Laura Malavolta, Sara Marcozzi, Stefano Mattioli, Eleonora Monaldi, Roberta Petrini, Arianna Poli, Mattia Ripani, Francesca Silvi, Daniele Speca, Rosalinda Tomassini.

Laurea magistrale a ciclo unico: Antonio Amadio, Emily Angelici, Marta Carosi, Francesca Felicetti, Maria Chiara Fioroni, Roberto Gidiucci, Elena Malavolta, Eleonora Maroni, Anastasia Mistretta, Alessia Rosati, Emanuele Vagnozzi.

24/10/2022





        
  



5+3=

Altri articoli di...

Ascoli Piceno

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
15/11/2022
800.000 euro per le scuole (segue)
14/11/2022
Tre milioni di persone soffrono di disturbi dell’alimentazione e della nutrizione (segue)
31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
28/10/2022
Zero Sprechi, al via un progetto per la lotta agli sprechi alimentari (segue)
26/10/2022
Il recupero della memoria collettiva (segue)
26/10/2022
Giostra della Quintana di Ascoli Piceno (segue)
26/10/2022
Tribuna presso lo Stadio “Cino e Lillo del Duca” (segue)

Economia e Lavoro

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
02/11/2022
Glocal 2022: dove i giovani diventano protagonisti del giornalismo (segue)
02/11/2022
Sisma 2016: approvati 15 mila contributi per 4.8 miliardi (segue)
28/10/2022
Zero Sprechi, al via un progetto per la lotta agli sprechi alimentari (segue)
27/10/2022
A Cartoceto, nelle ‘fosse dell’abbondanza’ per il rituale d’autunno della sfossatura (segue)
26/10/2022
Tribuna presso lo Stadio “Cino e Lillo del Duca” (segue)
24/10/2022
Premi di studio della Banca del Piceno a 59 giovani (segue)
24/10/2022
Clinica Villa dei Pini: arriva l’innovativa Risonanza magnetica (segue)

Cronaca e Attualità

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
15/11/2022
800.000 euro per le scuole (segue)
14/11/2022
Terremoto: subito prevenzione civile e transizione digitale (segue)
14/11/2022
Tre milioni di persone soffrono di disturbi dell’alimentazione e della nutrizione (segue)
14/11/2022
Il presidente di Bros Manifatture riceve il premio alla carriera "Hall of Fame/Founders Award" (segue)
31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
27/10/2022
A Cartoceto, nelle ‘fosse dell’abbondanza’ per il rituale d’autunno della sfossatura (segue)
27/10/2022
Il Comune pulisce i fossi Rio Petronilla e via Galilei (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji