Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Consegnati i riconoscimenti del Gran Pavese Rossoblu

San Benedetto del Tronto | Quattro le onorificenze concesse quest'anno a Remo Croci, Padri Sacramentini, Lito Fontana, Anna Maria, Elsa, Dina, Giuseppina, Ombretta Merlini.

di redazione

Cerimonia di consegna del Gran pavese Rossoblù, onorificenza cittadina concessa, "per l'opera svolta da personaggi caratteristici locali, da istituzioni, associazioni, enti e società nelle varie attività economiche, sociali, assistenziali, culturali, formative, sportive, nonché per elevati atti di coraggio e di abnegazione civica".

Quattro le onorificenze concesse quest'anno:
REMO CROCI "Giovane cronista locale, conquista rapidamente la tribuna delle reti televisive nazionali grazie alla capacità di raccontare le storie di questo Paese con precisione ma anche con partecipazione umana. Raggiunta la notorietà e la stima del grande pubblico, dedica il suo talento alla narrazione di importanti momenti della vita cittadina e al genere romanzesco che tratta con avvincente abilità". La Città lo ringrazia annoverandolo tra i suoi figli illustri.

LITO FONTANA "Per la luminosa carriera artistica costruita su una meticolosa ed appassionata dedizione allo studio e alla promozione della musica che lo ha portato ben presto a varcare i confini nazionali portando alto il nome di San Benedetto in tutto il mondo". La Città, per la quale ha sempre manifestato un grandissimo affetto, lo ringrazia e lo premia.

PADRI SACRAMENTINI "Per l'opera di conforto e sostegno morale e materiale che, con discrezione, offrono da decenni alla popolazione sambenedettese. Intatto è il ricordo dell'aiuto ricevuto dai cittadini durante il periodo bellico ma analoga missione i Padri compiono ogni giorno nella sempre difficile e delicata opera di contrasto alle povertà e alle esclusioni". La Città riconoscente ringrazia.

Il riconoscimento è stato ritirato da Padre Giancarlo Breda, superiore dei Padri Sacramentini di San Benedetto, che sono in città dall'8 dicembre 1839.

ANNA MARIA, ELSA, DINA, GIUSEPPINA, OMBRETTA MERLINI "Per incarnare una splendida storia di imprenditoria femminile. Grazie a passione e spirito di sacrificio, nel solco dell'esempio materno, in decenni di duro ma appassionante lavoro hanno creato una grande azienda familiare basata sulla valorizzazione dell'intera filiera ittica e dunque intrecciata con la cultura marinara della Città"  La Città riconoscente le ringrazia.

Per finire un duetto tra Lito Fontana alla tromba e il Sindaco Pasqualino Piunti ad intonare "Nuttate de lune.

12/10/2019





        
  



5+5=

Altri articoli di...

San Benedetto

08/12/2019
Il racconto di Giorgia Amatucci nell'antologia 'È solo paura'. (segue)
08/12/2019
GROTTAMMARE - FORSEMPRONESE 1-2 (segue)
07/12/2019
Un Centobuchi trasformato si aggiudica il derby del piceno contro un forte Monticelli. (segue)
05/12/2019
Annalisa Frontalini con la sua “Nota imperfetta” ospite a Roma a “Più libri più liberi” (segue)
05/12/2019
Sandra Petrignani presenterà i libri "Lessico Femminile"e "La persona giusta" (segue)
04/12/2019
Cinzia Carboni porta BATTI CINQUE PINOCCHIO anche a scuola (segue)
04/12/2019
Lunedì 9 dicembre si riaccendono le "fòchere" (segue)
04/12/2019
La Giunta vara misure a sostegno dei senza fissa dimora (segue)

Cultura e Spettacolo

08/12/2019
Il racconto di Giorgia Amatucci nell'antologia 'È solo paura'. (segue)
05/12/2019
Annalisa Frontalini con la sua “Nota imperfetta” ospite a Roma a “Più libri più liberi” (segue)
05/12/2019
Sandra Petrignani presenterà i libri "Lessico Femminile"e "La persona giusta" (segue)
04/12/2019
Cinzia Carboni porta BATTI CINQUE PINOCCHIO anche a scuola (segue)
04/12/2019
Lunedì 9 dicembre si riaccendono le "fòchere" (segue)
30/11/2019
"Sabbia fine estate", il corto su San Benedetto in concorso ad un festival internazionale (segue)
29/11/2019
Paolo De Debbio presenterà il libro" Cosa rischiano i nostri figli" (segue)
25/11/2019
Carlo Crivelli e il suo polittico di Sant’Emidio (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji