Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

I FINALISTI DELLA LXXI EDIZIONE DEL PREMIO STREGA APPRODANO In CITTA'

San Benedetto del Tronto | Grande attesa per la serata, In caso di Pioggia Auditorium Tebaldini

di Olga Merli

Nei giorni che li separano dalla votazione finale, gli autori finalisti del LXXI Premio Strega, saranno ospiti illustri in una rosa ristretta di località, tra cui la splendida cornice della Riviera delle Palme, che li vedrà incontrare il pubblico di San Benedetto del Tronto, venerdì 30 giugno 2017 dalle ore 21.30 nella storica e suggestiva location della Palazzina Azzurra.

La conferenza stampa si è tenuta ieri, nel Palazzo Comunale, indetta dall'Associazione "I luoghi della Scrittura", presentata dal Patron d'eccellenza degli eventi culturali in Riviera, Mimmo Minuto coadiuvato dall'Avvocato Silvio Venieri, Segretario dell'Associazione e dalla Professoressa Domenica Tranquilli.
"Grazie all'accordo raggiunto con la Fondazione Bellonci, si rinnova la stima alla città che ci ha permesso, anche quest'anno, di portare a San Benedetto del Tronto i cinque finalisti del più prestigioso Premio nazionale, nell'ultima tappa, prima della finale". Visibilmente emozionato per questa ulteriore e preziosa occasione per il tessuto sociale e culturale della città, Mimmo Minuto ha aggiunto che, in seguito al consolidamento del rapporto di stima con la Fondazione Bellonci, sarà presente, insieme all'Avvocato Silvio Venieri a Roma, ospiti di Villa Giulia per la Premiazione finale che si terrà il prossimo 6 Luglio.

La prestigiosa cinquina di libri rappresenta un poliedrico ventaglio di stili e sguardi narrativi, nella riuscita interazione tra modernità e passato, che presenta uno spaccato d'Italia inedito, dove formidabile è stato l'apporto, a livello narrativo, di elementi fisici, naturali, architettonici e emozionali da parte degli autori che confermano l'elevato valore letterario dei libri arrivati in finale.

I "magnifici cinque", in ordine di voti sono:
"Le otto montagne" (Einaudi) di Paolo Cognetti con 281 voti; A seguire "La più amata" (Mondadori) di Teresa Ciabatti con 177 preferenze. Al terzo posto troviamo Wanda Marasco con "La compagnia delle anime finte" (Neri Pozza) 175 voti, seguita da Alberto Rollo (Premio all'Editor - 2011 all'interno del Festival "Piceno d'Autore" indetto sempre dall'Associazione "I luoghi della scrittura") con il suo libro "Un'educazione milanese" (Manni) 160 voti e per finire Matteo Nucci con il libro "È giusto obbedire alla notte" (Ponte alle Grazie) con 158 voti.

La serata sarà condotta dal direttore della Fondazione Bellonci, Stefano Petrocchi.
"Un'anteprima culturale importantissima per la nostra città che la pone in una posizione di grande rilievo nel panorama letterario italiano" esordisce Rosaria Falco, Presidente della Commissione Cultura del Comune di San Benedetto del Tronto che elogia anche l'altro appuntamento importante che si terrà in Riviera, la Kermesse Letteraria "Incontri con l'Autore" che vedrà diverse zone della città impegnate a ospitare grandi nomi della letteratura e il valore aggiunto degli autori locali.

"Un evento di valenza nazionale indiscutibile che onora la città di San Benedetto del Tronto" sottolinea il Segretario dell'Associazione "I luoghi della Scrittura" Silvio Venieri che ripercorre l'evoluzione storica, fin dalle origini, del Premio Strega e di come possa essere considerato portatore di valori metaletterari, in cui la lista dei Palmarès che si sono avvicendati nel corso degli anni, descrive perfettamente il cursus della storia d'Italia, in una sorta di architettura sociologica nazionale e sociale.

La professoressa Domenica Tranquilli ha analizzato, invece la significativa interazione delle iniziative collegate al Premio come ad esempio lo "Strega Giovani" con il mondo della Scuola e di come il coinvolgimento ufficiale degli studenti in iniziative di tale spessore culturale possa potenziare l'affinamento del pensiero critico negli stessi.
"Date l'esempio ai vostri figli; fatevi vedere con un libro in mano!" è il sinergico e accorato appello pervenuto alla fine della conferenza stampa da parte della dottoressa Rosaria Falco e della Professoressa Tranquilli.

Confermati direttamente dalla Fondazione Bellonci, per la finale, i nomi delle due votanti che hanno fatto parte della rosa dei "lettori forti" suggeriti dalla storica Libreria "La Bibliofila" di Mimmo Minuto. Si tratta di Giovanna Troli e dell'autrice e sceneggiatrice locale Olga Merli.

30/06/2017





        
  



2+5=

Altri articoli di...

San Benedetto

22/02/2018
In Art domenica 25 febbraio con Valeria Di Felice, Claudio Filippini e Giovanna Famulari (segue)
21/02/2018
Santarcangelo-Samb:arbitrerà Giovanni Ayroldi di Molfetta (segue)
21/02/2018
Santarcangelo-Samb: info biglietti. (segue)
20/02/2018
Illuminazione parco "Nuttate de lune" sul sito di grande azienda (segue)
20/02/2018
Marcello Veneziani presenterà il libro "Imperdonabili" (segue)
19/02/2018
La Diavoli Verde Rosa in prima linea nel sostegno alle famiglie per la pratica sportiva dei minori (segue)
19/02/2018
Grottammare viaggia con i regionali d'Italia (segue)
19/02/2018
Cittadinanzattiva:"Più Sanità meno politica" (segue)

Cultura e Spettacolo

22/02/2018
In Art domenica 25 febbraio con Valeria Di Felice, Claudio Filippini e Giovanna Famulari (segue)
22/02/2018
"Pietra. L'anima e l'infinito da abitare": alla Casa Circondariale di Ascoli Piceno la presentazione (segue)
20/02/2018
Marcello Veneziani presenterà il libro "Imperdonabili" (segue)
17/02/2018
Viktorija Gecytè a In Art Special Sold Out. Riconferma del grande successo della Rassegna In Art (segue)
17/02/2018
Al via la rassegna "Cinema d'Autore" (segue)
14/02/2018
Chiuso il termine per partecipare al 9° Premio Città di Grottammare (segue)
13/02/2018
In Art Special con Viktorija Gecytè giovedì 15 febbraio al Medoc (segue)
13/02/2018
Domenica 11 febbraio a In Art un “mosaico” di bellezza (segue)

Le strade musicali dell'Ebraismo nel compendio cinematografico di David Krakauer

David Krakauer "The Big Picture"

Paolo De Bernardin

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji


Io e Caino