Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Appello agli albergatori per la difesa della sanità Sambenedettese.

San Benedetto del Tronto | Dottor Mario Narcisi: ' Nel silenzio complice dell’Amministrazione Comunale si è assistito a una smobilitazione del Madonna del Soccorso'

di Dott. Mario Narcisi

Mario Narcisi

La più grossa fetta delle presenze turistiche a San Benedetto del Tronto è rappresentata dalla Terza Età e da Famiglie che scelgono di passare le loro vacanze in una località balneare sicura e assistita adeguatamente da uno Ospedale e da servizi sanitari eccellenti come la Stampa nazionale ci aveva sempre riconosciuto. Ora non è più così.

Nel silenzio complice dell'Amministrazione Comunale si è assistito a una smobilitazione del Madonna del Soccorso: chiusa e accorpata la Cardiologia-Utic al P.S-Murg.e rimodulata in riabilitazione cardiologica , smantellata l'Ortopedia e traumatologia e assemblata alla Geriatria, ridimensionata l'Oculistica e Otorinolaringoiatria, accentrata l'attività di Psichiatria e Neurologia, depotenziato il Laboratorio di analisi, ridotte le Sale operatorie e decurtata l'attività chirurgica.

L'Ospedale di San Benedetto del Tronto attualmente non si può più annoverare tra i 13 Ospedali di Rete delle Marche in quanto non è più in grado di garantire le acuzie e fare fronte a tutte le urgenze -emergenze sanitarie poiché non ha più lo zoccolo dei Reparti di Base che caratterizzano, per Legge, un Ospedale. E' stato trasformato in una Casa della Saute.

E' emblematico il caso, (ma è solo uno fra tanti), del Reparto di Ortopedia dell'Ospedale di San Benedetto del Tronto che, di fatto, viene smantellato nonostante che tutti i politraumatizzati della strada, del lavoro (e credeteci le occasioni in questo nostro territorio non mancano vista la sua ubicazione, la densità della popolazione e le presenze turistiche estive) vengono scaricati in questo Ospedale, poichè è il primo Presidio ospedaliero che incontrano gli infortunati dell'Autostrada, della Salaria, della Adriatica di questa zona. E' assurdo che accada questo in questo Ospedale che addirittura doveva essere un Ospedale per acuti, un Trauma Center e avere una Neurotraumatologia, come deliberato dalla Regione.

Ma il controsenso non finisce qui. La struttura complessa di Cardiologia Ospedaliera, qualche tempo fa tra le " Top-Ten" d'Italia, è stata declassata a "struttura semplice" e collocata all'interno della Medicina d'urgenza. Dopo le ultime defezioni, di questi giorni, non si riesce nemmeno a organizzare un turno di guardia cardiologica.

Questa nuova organizzazione, come peraltro anche altre riorganizzazioni che sono state attuate ultimamente nell'Ospedale di San Benedetto del Tronto, determina una importante caduta assistenziale per i pazienti, in particolare i cardiopatici, che accedono all'Ospedale.

Tutto ciò è stato fatto senza tener conto che, già ora e in un prossimo futuro vi saranno molti pazienti cardiopatici che avranno già eseguito procedure di rivascolarizzazione (angioplastiche o bypass aorto-coronarici), impianti di pace maker o defibrillatori, ablazioni trans catetere delle aritmie, e che dovranno essere trattati sempre per problemi cardiologici di estrema complessità. Questi pazienti richiederanno la cura una assistenza da parte di medici ed infermieri dotati di ampie competenze in campo cardiologico per poter affrontare al meglio i loro problemi. E' evidente che ridimensionamento-chiusura della Cardiologia va contro tali previsioni e i pazienti della Terza età che frequentano i nostri Alberghi e le nostre Spiagge non saranno più adeguatamente garantiti.

Quello che sta accadendo nella A.V. n. 5 è il risultato della mancata trasparenza della Regione nella "mission" dei nostri due Ospedali del Piceno e, in generale, nella sanità pubblica delle Marche con l'emanazione di questa Riforma Sanitaria che tollera e crea le condizioni di conflitti di interesse pubblico-privato ( vedi ad es. la sanità di confine, le Associazioni pubblico-private dentro gli ospedali pubblici nel Pesarese, la chiusura di Reparti di base, la soppressione di particolari Strutture complesse).

Perché l'ASUR non ha il coraggio di dire apertamente alla popolazione dell'Area Vasta n.5 quale sia il destino che si è programmato per l'Ospedale "Madonna del Soccorso"di San Benedetto del Tronto?.

Se all'Ospedale di S.B.T. si riconosce, per la casistica esistente, la necessità e la caratteristica della traumatologia , il Primario ortopedico-traumatologo dovrebbe trovare la sua sede fissa all'Ospedale di S.B.T. e non stare ad Ascoli e "a cavaliere" a S.B.T.. Non vi sembra ovvio?.

Provate a suggerire questa soluzione e vedrete quello che succede !!!???..

Per quanto riguarda la Cardiologia , l'Utic e quello che sta capitando alla Cardiologia di SBT, vi pare tutto normale?.

Solo stando tutte insieme, nell'interesse della nostra popolazione e dei vostri Ospiti - Turisti potremmo fermare questa deriva.

12/05/2014





        
  



3+1=

Altri articoli di...

Cronaca e Attualità

17/06/2020
“Cin Cin”: a tavola con i vini naturali (segue)
10/01/2020
Sicurezza stradale il bilancio annuale della Polizia Stradale (segue)
21/12/2019
Autostrada, la situazione continua a degenerare (segue)
21/12/2019
La camminata in Sentina ha un doppio significato quest'anno (segue)
17/12/2019
È stato inaugurato Sabato 14 dicembre il "Punto Bio Ama Terra" (segue)
08/12/2019
LA GUARDIA DI FINANZA "SUI CAMPI" CONTRO IL "CAPORALATO" (segue)
19/11/2019
Controlli durante la "Movida"del sabato sera da parte della Guardia di Finanza (segue)
30/10/2019
Paese Alto, approvata la Ztl (segue)

San Benedetto

10/06/2020
Samb: Serafino è il nuovo presidente! (segue)
27/01/2020
Istituto Professionale di Cupra Marittima: innovazione a tutto campo. (segue)
25/01/2020
Open Day a Cupra Marittima, al via il nuovo corso Web Community – Web Marketing (segue)
19/01/2020
GROTTAMMARE - ANCONITANA 1 - 3 (segue)
13/01/2020
SAN MARCO LORESE - GROTTAMMARE 1 - 0 (segue)
10/01/2020
UGL Medici:"Riteniamo che gli infermieri e i medici debbano essere retribuiti dalla ASUR5" (segue)
10/01/2020
Premiato il cortometraggio intitolato "Sogni di Rinascita- Sibillini nel cuore" (segue)
10/01/2020
Simone Incicco nuovo tesoriere nazionale della Federazione Italiana Settimanali Cattolici. (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji