Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Le canzoni immortali di Jackson Browne

San Benedetto del Tronto | Artisti vari "Late for the sky" - A Tribute to Jackson Browne

di Paolo De Bernardin

Artisti Vari

"Looking into you" - A tribute to Jackson Brown

Non si è trattato di un pesce d'aprile quest'anno, data in cui è stato pubblicato in Usa "Looking into you", un doppio disco con due dozzine di canzoni per un tributo ad un autore amatissimo come Jackson Browne, eterno ragazzo che ha sollevato le nebbie d'inverno della nostra generazione con alcune tra le canzoni più belle scritte negli anni Settanta. In copertina una semplice casa in perfetto stile country, la porta aperta, un vaso alla finestra e un pianoforte a ridosso. Un giusto simbolo di intimità e di semplicità per dare risalto ad una scrittura pura e diretta nella quale gli stilemi della musica country si contraggono per lasciare spazio all'invenzione melodica di un autore estremamente raffinato attraverso linee di canzoni perfette interpretate da una voce bellissima.

Jackson Browne, classe 1948, nato incidentalmente in Germania si è ritrovato giovanissimo, a soli 17 anni, ammaliato dagli occhi ipnotici di una tenebrosa modella tedesca, tale Christa Päffgen, la celebre Nico della corte di Andy Warhol e dei Velvet Underground. Per lei e per celebrare i giorni di quel breve amore compose "These days" che in questa magnifica raccolta omaggio apre la sequenza di 23 canzoni nell'interpretazione di Don Henley. Tutta la vecchia scuola cantautorale americana si è fatta in quattro per rendere omaggio a Browne le cui canzoni hanno lasciato il segno nel tempo. David Lindley e Bonnie Raitt per "Everywhere i go", le Indigo Girls per "Fountain of sorrow", Bob Schneider per "Running on empty", Lyle Lovett per "Rosie" e "Our lady of the well", Lucinda Williams per una sublime versione di "The pretender", Shawn Colvin per "Call it a loan", John David Souther per "My opening farewell", Joan Osborne per "Late for the sky", Bruce Hornsby per "I'm alive", Marc Cohn e Joan As Police Woman per la magica e meno conosciuta "Too many angels", Karla Bonoff per "Something fine" fino al bluesman Keb' Mo' per "Rock me on the water", Ben Harper dal vivo e al pianoforte per "Jamaica say you will" e Patti Scialfa con il suo Boss Bruce Springsteen per "Linda Paloma". I "minori" come Griffin House, Jimmy LaFave, Eliza Gilkynson, Venice, Kevin Welch (dalle superlative corde vocali) ce l'hanno messa davvero tutta regalando superbe versioni di "The barricades of heaven", "For everyman", "Before the deluge", "For a dancer" e "Looking into you".

Una vera messe di canzoni bellissime per una passeggiata lunga oltre 40 anni tra le partiture di un autore dell'Olimpo.

Voto 8/10

05/04/2014





        
  



3+2=

Altri articoli di...

Cultura e Spettacolo

20/03/2019
Giornata Mondiale della Poesia 2019 (segue)
18/03/2019
La “napoletanità” di Pino Imperatore e Romolo Bianco domenica al Medoc per In Art (segue)
15/03/2019
All’istituto alberghiero di San Benedetto del Tronto la prima tappa del progetto “Un Mare d’idee” (segue)
15/03/2019
All’istituto alberghiero di San Benedetto del Tronto la prima tappa del progetto “Un Mare d’idee” (segue)
15/03/2019
Napoli al Medoc con Pino Imperatore e Romolo Bianco il 17 marzo a In Art (segue)
15/03/2019
Pierluigi Celli presenterà il libro "La Stagione delle Nomine" (segue)
13/03/2019
El Passi per Grottammare Mask (segue)
13/03/2019
24° Incontro Nazionale dei Teatri Invisibili, giovedì 14 marzo ore 21, presso il Teatro dell'Olmo (segue)

San Benedetto

20/03/2019
Giornata Mondiale della Poesia 2019 (segue)
20/03/2019
Centro per le famiglie, tutte le attività in partenza (segue)
20/03/2019
Il bilancio 2019 presentato ai sindacati (segue)
20/03/2019
Compila e invia, le domande al Comune si fanno da casa (segue)
19/03/2019
Unione comunale del PD di San Benedetto: situazione amministrativa e sanità al centro del dibattito (segue)
19/03/2019
"Pediatria di San Benedetto: doppio di nascite con la metà di personale. Qualcosa non torna .." (segue)
18/03/2019
In Comune il viceministro albanese agli affari europei (segue)
18/03/2019
La “napoletanità” di Pino Imperatore e Romolo Bianco domenica al Medoc per In Art (segue)

Le strade musicali dell'Ebraismo nel compendio cinematografico di David Krakauer

David Krakauer "The Big Picture"

Paolo De Bernardin

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji


Io e Caino