Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Guardia Costiera: sequestrati e restituiti attrezzi da pesca rubati

Fermo | Un’operazione – portata a termine dalla Guardia Costiera di S.Benedetto (e dal dipendente Ufficio di P.S.Giorgio) – tesa a contrastare la pesca illegale e rivolto a tutela dei pescatori professionisti.

Nelle scorse settimane, la Guardia Costiera di San Benedetto del Tronto (e l'Ufficio da essa dipendente di Porto San Giorgio) hanno condotto un'operazione di contrasto alla pesca illegale, nonché a tutela dei pescatori di professione, nelle acque antistanti il comune di Fermo (località Lido Tre Archi) e di Campofilone.

L'operazione è stata portata a termine con l'impiego di 3 mezzi nautici e mediante l'attività operativa del nucleo sommozzatori di San Benedetto del Tronto, che ha consentito di sequestrare circa 140 attrezzi da posta e quasi 1 km di rete: attrezzatura utilizzata per la pesca illegale.

L'attrezzatura - per un valore commerciale di oltre 3000 € - è stata prelevata e posta sotto sequestro amministrativo, perché mal segnalata o non segnalata affatto: rappresentando - quindi - anche un pericolo per chiunque si trovasse a navigare in quella zona. Da controlli successivi, è emerso altresì che la sopra citata attrezzatura, in realtà, era stata sottratta a dei pescatori di professione.

Nei giorni precedenti - infatti - erano state presentate alla Guardia Costiera di Porto San Giorgio, denunce di furto di attrezzi da pesca, da parte di alcuni pescatori.

Le indagini del caso, si sono dunque concretizzate, nella suddetta attività operativa.

Stando ai casi specifici, il materiale sequestrato corrispondeva - nei minimi dettagli - a quanto riportato nelle denunce di furto; ed è stato - quindi - restituito ai legittimi proprietari che ne hanno riconosciuto la proprietà.

Va detto per inciso che l'attività operativa profusa dalla Guardia Costiera rientra in una più vasta operazione di controllo della filiera ittica, coordinata dal Comando regionale della Guardia Costiera di Ancona.

Il contrasto alla pesca illegale - infatti - è uno dei compiti istituzionali cui è preposto il Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera, e mira a tutelare - oltre all'ambiente marino e la sua biodiversità - anche i pescatori professionali che rispettano le norme nazionali e comunitarie.

20/04/2017





        
  



5+1=

Altri articoli di...

Cronaca e Attualità

16/06/2017
Polizia arresta autori di una rissa tra extracomunitari. (segue)
16/06/2017
Premio Strega Giovani. Un pomeriggio al Parlamento a parlare di libri (segue)
16/06/2017
Meeting nazionale giornalisti cattolici e non (segue)
16/06/2017
Controlli straordinari del territorio “Giornata della sicurezza”. (segue)
14/06/2017
Il concorso letterario sul terremoto: Silvia Guerrini di Amatrice tra i vincitori (segue)
14/06/2017
Corso formazione per caregivers (assistenti familiari) per anziani non autosufficienti (segue)
14/06/2017
ALMA, XXXV edizione del Corso Superiore di Cucina Italiana (segue)
14/06/2017
Mister Italia 2017 prima selezione (segue)

Fuori provincia

22/06/2017
Il silenzio degli alberi…e la voce del mare (segue)
17/06/2017
Happy Car Samb beach soccer tappa fiorentina campionato Aon di serie A (segue)
14/06/2017
ALMA, XXXV edizione del Corso Superiore di Cucina Italiana (segue)
14/06/2017
Mister Italia 2017 prima selezione (segue)
14/06/2017
Happy Car Samb beach soccer. Inizia il cammino verso lo scudetto (segue)
11/06/2017
Il Fracciabianca ferma a Giulianova (segue)
11/06/2017
La Happy Car Samb beach soccer si aggiudica la Coppa Italia Aon 2017 (segue)
11/06/2017
La fotografia dipinta per Armeni (segue)

Le strade musicali dell'Ebraismo nel compendio cinematografico di David Krakauer

David Krakauer "The Big Picture"

Paolo De Bernardin

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?


Io e Caino